Vai al contenuto

Blog BikeMonkey

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d'amore e Legamenti d'amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

www.falegnamenapoli.altervista.org

Cerchi un negozio di cialde caffè online ?
Caffeshop


La più popolare (visti i 250 milioni di utenti arrivi globali) piattaforma di streaming musicale, Spotify, è entrata in una fase particolarmente “calda” della sua storia, con tante novità in rilascio, e qualche (non sempre gradita) sorpresa allo studio. 

La prima novità relativa a Spotify, ideata anche per mettersi alla pari con quanto possibile in Apple Music (pure provvisto d’un abbonamento familiare analogo) mediante lo Screen Time, celebra i cinque anni di vita del “piano famiglia” che, al prezzo di 14.99 euro al mese, supporta 6 utenti premium che vivono sotto lo stesso tetto, e lo fa con una serie di migliorie.

Innanzitutto, in ottica parental control, il proprietario di questa tipologia di abbonamento, e detentore dell’account principale, colui che dal nuovo Family Hub può aggiornare il proprio indirizzo domestico, includendo o rimuovendo i membri familiari, ora può impostare, sui singoli profili secondari, un apposito filtro di modo che questi ultimi non possano accedere ad alcuno dei contenuti classificati come espliciti: onde evitare che vi siano manipolazioni in tal senso, l’aggiunta o la rimozione del filtro sarà blindata tramite l’indicazione di una password. In più, tutti i componenti familiari potranno accedere al Family Mix, una playlist di canzoni che si suppone possano piacere a tutta la famiglia, aggiornata regolarmente, con possibilità di organizzare al meglio dei momenti di ascolto condivisi prendendo visione di chi è connesso durante ogni sessione.

Nell’attesa che la precedente innovazione, già introdotta a partire dall’Irlanda, arrivi praticamente ovunque nel corso del prossimo autunno, il quartier generale di Spotify ha già messo a disposizione, urbi ed orbi, un’altra feature, questa volta a beneficio di chi gestisce un podcast: grazie alla piattaforma “Spotify for Podcasters“, registrando il feed RSS del proprio broadcast periodico, si avranno a disposizione – di base – informazioni come gli ascoltatori totali, il tempo di ascolto medio, e quante persone erano connesse ad ascoltare ogni singolo episodio. Se ancora non fosse abbastanza, onde migliorare le proprie performance confezionando qualcosa che incontri al meglio i favori del pubblico, l’emittente potrà anche consultare le nazioni di provenienza degli ascoltatori, le rispettive abitudini di ascolto, oltre ai gusti musicali del proprio pubblico

Diverso il caso delle Storie per gli artisti di Spotify, una funzione non ancora attiva, ma già in sperimentazione privata, almeno secondo la leaker Jane Manchun Wong, che ha avuto modo di sbirciare nel codice di una versione Android della celebre music app: secondo gli screenshot condivisi, la Storia sarebbe accessibile attraverso la miniatura dell’artista, posta sopra la didascalia che campeggia su ogni playlist dello stesso. Avviando la Storia, nell’esempio avente per protagonista la raccolta “Don’t Feel Like Crying”, la cantante norvegese Sigfrid rispondeva a varie domande su ogni canzone della playlist, con l’utente che poteva far mente locale ascoltando un frammento di una particolare traccia, onde decidere se aggiungerla alla libreria personale.

Una manciata di mesi fa, precisamente a Giugno, Spotify ha conseguito un importante risultato, sostanziato nel raggiungimento di 108 milioni di utenti paganti, con un incremento del 31% su base annua. Ciò nonostante, considerati i dati un po’ inferiori alle stime, ed i conti ancora in rosso quanto a redditività, anche alla luce della fresca quotazione borsistica della piattaforma, secondo Bloomberg, sarebbe pronto un rincaro dell’abbonamento mensile: il tutto partirebbe prossimamente dai paesi nordici, con una rimodulazione del 13% seguita da un periodo di ascolto dei feedback, onde valutare l’opportunità di estendere la misura, in seguito, a tutto il mondo.

Come se non bastassero le brutte notizie, la rimozione del widget sulla Home degli Android phone continua a non piacere al pubblico degli utenti di Spotify, tanto che quest’ultimo s’è già organizzato per rimediare “artigianalmente” alla defalcazione dell’amata funzione, ricorrendo ad app di terze parti, come Tasker e KWGT, con seguitissimi tutorial online.




Il momento in cui vedremo smartphone con batterie al grafene sembra finalmente arrivato, o quasi. Stando a quanto twittato dall'informatissimo Evan Blass, Samsung sarebbe pronta a lanciare almeno uno smartphone con batteria al grafene entro un anno o al massimo in due. Fatto che le darebbe un vantaggio competitivo enorme rispetto alla concorrenza, portando una vera novità nel mercato degli smartphone. 



Il grafene viene indicato da anni come la soluzione definitiva al problema delle batterie. I vantaggi offerti da questo materiale sono innumerevoli e vanno, rispetto alle attuali batterie al litio, dalla migliore capacità di immagazzinare energia alla carica più veloce, senza dimenticare flessibilità, peso ridotto e capacità di tollerare temperature più alte rispetto alle batterie attuali. Il grafene è composto da un foglio di atomi di carbonio organizzati in una struttura a nido d'ape ed è ritenuto da anni un materiale ideale sia per le capacità di conduzione elettrica che termica. 


 Samsung, un produttore tra i più importanti anche nel campo delle batterie, è al lavoro da anni su questa nuova tecnologia. Già nel 2015 era stata in grado di mescolare grafene e silicone raddoppiando la capacità di una normale batteria al litio. Mentre nel 2017 ha mostrato una batteria con il 45% in più di capacità e cinque volte la velocità di ricarica.




Samsung è pronta: sarà il Galaxy S11 il primo smartphone con batteria al grafene?


Il momento per un'applicazione commerciale è finalmente arrivato e Samsung dovrebbe essere in grado di presentare uno smartphone entro il 2020 o al massimo entro 2021. Aprendo alle speculazioni , la domanda più importante da farsi è se questa novità debutterà su una serie di primo piano, come la serie Galaxy S, o su una minore. Una tecnologia così rivoluzionaria darebbe un vantaggio concorrenziale enorme rispetto alla concorrenza, sopratutto nel mercato dei top di gamma, ma Samsung ha già affrontato in passato problemi enormi su un top di gamma, proprio a causa di una batteria mal progettata. Lanciare una nuova tecnologia su una serie meno importante, con numeri di produzione inferiori, le consentirebbe di affinare la tecnologia senza rischi d'immagine. 


Esiste poi anche la possibilità che Samsung decida di concedere la tecnologia a terzi, magari alla stessa Apple, che da sempre è uno dei clienti più importanti di Samsung per quanto riguarda la componentistica di iPhone. Non rimane che attendere le novità. Già il futuro Galaxy S11, stando alle indiscrezioni, potrebbe montare la batteria rivoluzionaria



Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d'amore e Legamenti d'amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

www.falegnamenapoli.altervista.org

Cerchi un negozio di cialde caffè online ?
Caffeshop

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d'amore e Legamenti d'amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

www.falegnamenapoli.altervista.org

Cerchi un negozio di cialde caffè online ?
Caffeshop


Uno dei client BitTorrent più popolari si aggiorna ancora, con una release pensata soprattutto per risolvere diversi bug nel codice sorgente.

Nato come alternativa open source a uTorrent
dopo le ultime, problematiche evoluzioni del software seguite all’acquisizione
da parte di BitTorrent Inc.
, qBittorrent
si è da tempo imposto come il client
d’elezioni per gli utenti che hanno la necessità di condividere e scaricare
contenuti
sul network
P2P di BitTorrent
.

Il client qBittorrent
è FOSS, non contiene spiacevoli “sorprese” in fase di installazione ed è
disponibile con le stesse funzionalità per
un gran numero di piattaforme informatiche differenti
. Il codice è basato
sull’uso del tookit Qt e della libreria libtorrent-rasterbar,
che implementa BitTorrent in C++.

La nuova release di qBittorrent uscita in questi
giorni (qBittorrent 4.1.7)
include soprattutto un gran numero di bugfix per altrettanti difetti riscontrati
all’interno del codice sorgente, ma presenta anche due nuove funzionalità riguardanti il grafico della velocità di
download (ora disponibile anche a 12 e 24 ore) e un layout orizzontale per il box di dialogo che compare durante
l’aggiunta di un nuovo torrent alla lista delle condivisioni.

Il nuovo qBittorrent 4.1.7 include altresì miglioramenti per l’interfaccia WEBUI e per l’uso dei feed RSS. Su macOS, infine, i requisiti minimi necessari all’uso del programma comprendono ora la disponibilità della versione 10.12 (“Sierra”) del sistema operativo di Apple.

Pagina ufficiale del download di qBittorrent 4.1.7 per Windows, Linux, macOS, FreeBSD, OS/2, …

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d'amore e Legamenti d'amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

www.falegnamenapoli.altervista.org

Cerchi un negozio di cialde caffè online ?
Caffeshop

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d'amore e Legamenti d'amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

www.falegnamenapoli.altervista.org

Cerchi un negozio di cialde caffè online ?
Caffeshop

Cerchi un sito web ?
Realizzazione siti web

Cerchi un autonoleggio per fittare la tua auto?
Autonoleggio Economici

Cerchi un fioraio a Napoli?
Fiorai Napoli

Cerchi un servizio di assistenza Caldaie a Firenze?
Assistenza e Manutenzione Caldaie Firenze

Cerchi un Cartomante al telefono?
Cartomanzia a basso costo

Cerchi un esoterista online?
Incantesimi d'amore e Legamenti d'amore

Cerchi un esperto fabbro idraulico o elettricista?
www.prontocasas24h.it/pronto-intervento

www.falegnamenapoli.altervista.org

Cerchi un negozio di cialde caffè online ?
Caffeshop