Vai al contenuto

Download del giorno: Rainmeter 4.3


Nuova release di uno dei tool di personalizzazione del desktop di Windows più apprezzati dagli utenti, che ora permette di sfruttare l’accelerazione hardware con tutti i vantaggi prestazionali correlati.

Il codice di Rainmeter 4.3 ha finalmente raggiunto lo
stadio di release finale ideale per tutti gli utenti, con una versione che apre
le porte all’uso dell’accelerazione
hardware a sui PC dotati di una GPU dedicata
sufficientemente moderna.

Che cosa sia Rainmeter
è presto detto: il software offre la possibilità di personalizzare in maniera “estrema” il desktop di Windows tramite
un sistema integrato di “skin”, sostituendo sfondo, Taskbar e Systray con scenari
animati in continuo movimento, contatori personalizzati sullo stato
dell’hardware, feed RSS, visualizzatori audio e molto, molto altro ancora.

La principale novità di Rainmeter 4.3 è
certamente il passaggio dal vecchio
engine grafico di Windows (GDI+) a Direct2D
, API molto più moderna e capace
prima di tutto di sfruttare la GPU del sistema per accelerare i calcoli
necessari alla gestione del desktop personalizzato.

L’accelerazione hardware è al momento disabilitata di default, dicono gli sviluppatori, per meglio identificare eventuali problemi con il passaggio da GDI+ a Direct2D. Le librerie D2D offrono anche altre funzionalità aggiuntive, che i programmatori si riservano di sfruttare a fondo nelle prossime versioni. Ulteriori novità di Rainmeter 4.3 includono infine una nuova funzionalità “Container”, bugfix e miglioramenti alla compatibilità con i driver audio.

Pagina ufficiale del download di Rainmeter 4.3 per Windows 7-10

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *