Vai al contenuto

Quali elementi deve avere una brochure efficace?

Con l’avvento di smartphone e vari dispositivi informatici, gli strumenti promozionali sono diventati i social, le Mail o più in generale il Web che ha permesso la creazione e diffusione di varie piattaforme dedite a questa attività. Ma siamo proprio sicuri che il cartaceo sia stato superato?

 

Gli opuscoli informativi e le riviste sono ancora considerate uno strumento tangibile e non aleatorio a cui la gente è ancora affezionata poiché capaci di generare senso di appartenenza e di creare corrispondenza tra i valori della gente e quelli dell’azienda.

 

Scopriamo allora le caratteristiche per realizzare una brochure efficace.

 

Caratteristiche di comunicazione

 

Prima di evidenziare le caratteristiche dal punto di vista del formato è importante sottolineare gli elementi di comunicazione necessari per scrivere un buon opuscolo informativo:

 

Sia nella realizzazione di brochure che in quella di magazine aziendali, l’utilizzo di tecniche di storytelling è necessario poiché lo scopo principale è quello di intrattenere ed informare un potenziale cliente, inducendolo a comprare. Per questo a seconda del target da raggiungere bisogna plasmare attentamente i contenuti da realizzare, i temi da trattare ed il tono utilizzato senza dimenticare di sottolineare i valori e gli obiettivi dell’azienda ed ovviamente descrivere in modo accattivante i prodotti.

 

Caratteristiche del formato

 

Rivolgendoti a specialisti della stampa di brochure online scoprirai quanto non ci sia limite nella realizzazione di pubblicazioni cartacee.

 

Partendo dalla rilegatura possiamo già fare delle differenze tra i vari prodotti disponibili: per opuscoletti informativi di piccole dimensioni basta effettuare delle rilegature o a 2 punti metallici sul dorso oppure semplicemente attraverso una comune spirale metallica. Per pubblicazioni con un numero di pagine più importante la scelta ricade su bressura fresata oppure su filo refe.

 

Per quanto riguarda le copertine puoi scegliere una soluzione low cost rappresentata dall’ autocopertinato in cui copertina e pagine hanno la stessa grammatura. Se invece vuoi realizzare un prodotto un po’ più resistenti potresti decidere di applicare una plastificazione lucida, opaca o soft touch.

Per chi invece vuole colpire i propri potenziali clienti non resta che investire su copertine con verniciatura parziale a rilievo per mettere in evidenza un elemento grafico come ad esempio il logo. Per un design più ricercato invece potresti focalizzarti sulla stampa a caldo oro o argento per conferire pregio alle tue brochure.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *