Vai al contenuto

Twixl Publisher, la piattaforma che crea app per iOS e Android


Twixl Publisher

Twixl Publisher è una piattaforma che consente di creare app native per smartphone e tablet sia iOS che Android, nonché di gestirne i contenuti.

Si tratta, è bene precisarlo, di una piattaforma creativa per i professionisti che desiderano condividere contenuti che procurino user engagement sul vasto palcoscenico mondiale degli app store.

Una piattaforma creativa, dunque, il cui approccio si articola in quattro passaggi fondamentale: Create, Present, Build, Distribute.

Twixl PublisherLa creazione del contenuto avviene partendo da Adobe InDesign, grazie all’apposito plug-in. Mediante le funzionalità di Adobe InDesign e del plug-in di Twixl Publisher è possibile generare vari layout per smartphone e tablet, incorporare file audio e video negli articoli e inserire elementi interattivi quali link, pulsanti, azioni, animazioni, mappe e altro. Un’app Twixl può anche includere  contenuti responsive HTML e integrare web service. I contenuti, inoltre, possono provenire da sorgenti esterne quali CMS o feed RSS.

Twixl Publisher consente di allestire l’interfaccia della propria app e di organizzare la propria navigazione personalizzata tra le pagine dell’app, ad esempio mediante il “menu hamburger”. La modalità di presentazione è dunque sotto controllo in fase di creazione dell’app. L’app gratuita Twixl consente inoltre di guardare una preview sul proprio dispositivo, durante la fase creativa.

La build dell’app in questo caso non avviene in uno strumento di sviluppo come Xcode: a costruirla è un’applicazione macOS che provvede per l’appunto a eseguire le build delle app native per iOS e Android: solo per smartphone, solo per tablet o per entrambi. L’applicazione salva anche tutti i setting dell’app, per rendere più semplice l’attività di aggiornamento.

La distribuzione avviene con l’ausilio della Twixl Distribution Platform. Le app Twixl sono infatti platform-based: i contenuti sono archiviati sulla Twixl Distribution Platform e vengono inviati all’app quando essa li richiede. Twixl offre comunque anche opzioni per la gestione dei contenuti offline, da calibrare in base alle dimensioni dell’app. L’app può essere resa disponibile per la consultazione anche via browser web. Inoltre, le notifiche push supportano il “deep linking”, per puntare direttamente al contenuto dell’app da mostrare.

Twixl offre strumenti di analytics integrati e, opzionalmente, il tracking mediante Google Analytics.

Nell’ultima versione rilasciata di recente, Twixl Publisher 9, la soluzione ha acquisito nuove funzionalità; le principali sono: la conversione automatica da issue-based ad article-based e la funzione di Advanced Scripting, un modo versatile di determinare quali contenuti di un’app mostrare, basato su un set di regole JavaScript.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Twixl, a questo link, dove è possibile anche ottenere i contatti dei solution e certified partner per l’Italia.